Sorelle Bennet affacciate al balcone

10 cose che non sapevi su Jane Austen

Da Orgoglio e Pregiudizio alla vita privata Jane Austen è una delle più grandi e riconosciute scrittrici del panorama letterario mondiale. Con i suoi romanzi di maniera ha rapito il cuore di moltissimi lettori della sua epoca e continua a farlo ancora oggi. Questo perché, come spiega il regista Joe Wright (Orgoglio e Pregiudizio, 2005): … Leggi tutto 10 cose che non sapevi su Jane Austen

la_melanconia_conoshare

La melanconia e l’afflizione dell’uomo occidentale

Era l'antico termine con il quale si indicava un profondo malessere interiore dell'individuo, uno stato di afflizione e contemplazione, ma anche un atteggiamento, per così dire, stravagante, al di fuori degli usi e delle consuetudini. Parliamo della melanconia, considerata erroneamente sinonimo della ben più conosciuta depressione. L'uomo europeo nasce come homo melanconicus, gran parte della … Leggi tutto La melanconia e l’afflizione dell’uomo occidentale

Battaglia rap nel Medioevo tra poeti

I veri rapper erano medievali

Metrica inesistente, testi banali e vuoti, rime in -are o che non rimano. Versi e mugolii che qualcuno ha osato definire persino futuristici quando del Futurismo c'era solo la volontà di distruggere qualcosa: la musica. Il rap, il trap e tutta l'accozzaglia di questi stili imitatori del genere nato in America, in Italia hanno dato … Leggi tutto I veri rapper erano medievali

Le parole latine che usiamo nell’italiano

Si sa, la polemica sull'utilità dell'insegnamento del latino è sempre accesa. Chi vi è a favore afferma che il latino, essendo la nostra lontana lingua madre, sia da continuare a studiare per capire meglio le strutture della lingua italiana, oltre che per comprendere quanto i nostri modi di parlare, e gli stessi modi di pensare, … Leggi tutto Le parole latine che usiamo nell’italiano

ELSA MORANTE: UNA VITA CON LA PENNA IN MANO

Elsa Morante (Roma, 1912-1985) è stata una delle più grandi scrittrici del Novecento italiano. Si è distinta nel panorama letterario per la sua penna, sempre carica di spirito indipendente. Coraggiosa, curiosa, determinata, instancabile autrice dall’animo sensibile, ha sempre ascoltato se stessa, senza farsi influenzare dal pensiero o dalla volontà altrui. Ha davvero trascorso la sua … Leggi tutto ELSA MORANTE: UNA VITA CON LA PENNA IN MANO

realismo_magico_bontempelli

Il realismo magico di Massimo Bontempelli

Un tema che da sempre affascina l'essere umano è quello del sogno, con tutti gli aspetti ad esso connesso. Sognando, entriamo in uno stato di incoscienza che ci trasporta in situazioni in cui vediamo immagini, incontriamo persone e visitiamo luoghi conosciuti o no: insomma, viviamo esperienze che vorremmo affrontare o di cui, invece, abbiamo paura. Quanti … Leggi tutto Il realismo magico di Massimo Bontempelli

Confronto tra libro e film di profumo

Il Profumo: confronto tra libro e film

Puzzavano i fiumi, puzzavano le piazze, puzzavano le chiese, c'era puzzo sotto i ponti e nei palazzi. Il contadino puzzava come il prete, l'apprendista come la moglie del maestro, puzzava tutta la nobiltà, perfino il re puzzava, puzzava come un animale feroce, e la regina come una vecchia capra, sia d'estate sia d'inverno. Ed è … Leggi tutto Il Profumo: confronto tra libro e film

Giuseppe Tornatore al Salone del Libro 2018

Tornatore e “Leningrado”: un film scritto che non sarà mai fatto

  «Il mestiere del regista è di concepire e scrivere storie con l’unico scopo di riporle nel cassetto. Quando il film si fa, è solo un incidente di percorso».   Sono queste le parole con cui Tornatore conclude la sua introduzione al libro Leningrado, di cui l’omonimo film rimarrà chiuso nel cassetto; e con queste … Leggi tutto Tornatore e “Leningrado”: un film scritto che non sarà mai fatto

Le cruente versioni originali di Biancaneve e di Cenerentola

La versione Disney delle fiabe che conosciamo è il risultato di un lavoro di riscrittura su storie risalenti a molti secoli fa, appartenenti al folklore europeo e quindi tramandate in forma orale. Facenti parti delle tradizioni popolari, le fiabe si rivolgevano a un pubblico eterogeneo, senza tener conto della distinzione tra adulti e bambini. Ed … Leggi tutto Le cruente versioni originali di Biancaneve e di Cenerentola

Misoginia o sfortuna? Le donne “sbagliate” del primo Svevo

Se si sente parlare di Italo Svevo normalmente il primo pensiero va al suo capolavoro, La coscienza di Zeno, il romanzo che ha dato il meritato successo all'autore triestino. Ma il nostro Italo, o se vogliamo essere più precisi, Hector (era per metà austriaco, da qui lo pseudonimo Italo Svevo per indicare la sua doppia … Leggi tutto Misoginia o sfortuna? Le donne “sbagliate” del primo Svevo